Pubblicato da: maria rosa orrù | 2 marzo 2010

Racconto ad Alcinoo

È stata proprio una lunga giornata, ma, per fortuna, si è conclusa per il meglio. Infatti, grazie all’aiuto di Atena, che mi ha avvolto in una nebbia per non essere riconosciuto, sono arrivato alla reggia di Alcinoo. È davvero bellissima! Pensare che chiudono la casa con delle porte d’oro. Ho conosciuto Arete, la bellissima moglie di Alcinoo, amata da lui e dai sudditi come nessun altro. Poi lo stesso  Alcinoo,  a cui non ho nascosto la mia tristezza e la mia frustrazione. Gli ho raccontato le mie sventure: che erano tanti anni che non tornavo in patria e che avevo bisogno di un riparo e di ospitalità, e  lui mi ha invitato a restare nella reggia e a prendere parte al banchetto. Mi ha chiesto di raccontare tutte le mie avventure ed io l’ho fatto e gli ho spiegato che, dopo essere partito dall’isola di  Calipso, ho navigato per 17 giorni fino a che non sono giunto nella sua isola.

Sono stato davvero fortunato!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: