Pubblicato da: maria rosa orrù | 1 marzo 2010

Il canto sul cavallo di Troia

…. Tutto profumato, ritorno nella sala e Nausicaa, che stava sulla soglia della porta, mi ha fermato per dirmi di non dimenticarla perché a lei devo la vita. Il tavolo era già imbandito e si mescevano già i vini nelle coppe. Dopo il banchetto ho chiesto io a Demodoco di cantare, desideravo sentire  dello stratagemma del cavallo di Troia. Pensavo che sarei riuscito ad evitare la commozione………, ma ho pianto più della volta precedente. E anche stavolta Alcinoo se n’è accorto e ormai incuriosito dal mio comportamento, mi ha chiesto chi fossi  e da dove venissi, e  soprattutto perché piangessi ogni volta che si raccontava della guerra di Troia. E così ho raccontato tutto: tutte le mie disavventure prima di Calipso….

Ma non voglio ripetermi… Ne ho già parlato qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: